Tutti gli articoli relativi a
Gv 20,11-18


Gv 20,11-18

Ho visto il Signore!

Ho visto il Signore!

Martedì fra l’Ottava di Pasqua At 2,36-41   Sal 32   Gv 20,11-18 Il vangelo di oggi è commovente e meraviglioso per la sua semplicità. Maria è nel suo profondo dolore, piange per il motivo che dovrebbe riempirla di gioia, ma ancora non lo sa. Dice san Gregorio Magno: “Dobbiamo considerare quanta forza d’amore aveva invaso l’anima di questa donna, che non si staccava dal sepolcro del Signore, anche dopo che i… Continua

Gv 20,11-18

Invece io rimango

Invece io rimango

Martedì fra l’Ottava di Pasqua At 2,36-41   Sal 32   Gv 20,11-18 Il vangelo di oggi, al v.11, nella sua versione integrale dice “invece Maria” resta lì. Cosa vuol dire questo invece? È in contrasto con i discepoli, Simon Pietro e Giovanni, che lei stessa aveva chiamato per dirgli che il sepolcro era vuoto. Loro, con lei, erano andati al sepolcro e, dice il vangelo “non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè… Continua

Gv 20,11-18

Chi cerchi?

Chi cerchi?

Martedì fra l’Ottava di Pasqua At 2,36-41  49,1-6       Sal 32   Gv 20,11-18 Maria di Magdala, dopo essere andata al sepolcro scoprendolo vuoto, dopo aver avvisato Pietro e Giovanni e tornata là con loro, si ferma e piange, immersa nel lutto per l’assenza del Suo Signore! Maria ha il coraggio di fermarsi davanti al vuoto perché ama Gesù e avrà in cambio una conoscenza piena del Suo Signore,anche se ancora i… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio