Lc 4,21-30

DOMENICA 30 GENNAIO 2022 – S. GIACINTA MARISCOTTI VERGINE

DOMENICA 30 GENNAIO 2022 – S. GIACINTA MARISCOTTI VERGINE

Luca 4,21-30
In quel tempo, Gesù prese a dire nella sinagoga:  “Oggi si è adempiuta questa Scrittura che voi avete udita con i vostri orecchi”. Tutti gli rendevano testimonianza ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca e dicevano: “Non è il figlio di Giuseppe?”. Ma egli rispose: “Di certo voi mi citerete il proverbio: Medico, cura te stesso. Quanto abbiamo udito che accadde a Cafarnao, fallo anche qui, nella tua patria!”. Poi aggiunse: “Nessun profeta è bene accetto in patria. Vi dico anche: c’erano molte vedove in Israele al tempo di Elia, quando il cielo fu chiuso per tre anni e sei mesi e ci fu una grande carestia in tutto il paese; ma a nessuna di esse fu mandato Elia, se non a una vedova in Zarepta di Sidóne. C’erano molti lebbrosi in Israele al tempo del profeta Eliseo, ma nessuno di loro fu risanato se non Naaman, il Siro”. All’udire  queste cose, tutti nella sinagoga furono pieni di sdegno; si levarono, lo cacciarono fuori della città e lo condussero fin sul ciglio del monte sul quale la loro città era situata, per gettarlo giù dal precipizio.  Ma egli, passando in mezzo a loro, se ne andò.

È sorprendente la velocità con la quale nella sinagoga di Nazaret si passa dalla meraviglia e ammirazione allo sdegno e alla violenza. Che cosa ha detto Gesù per suscitare questo cambio repentino di registro relazionale nei Suoi confronti? Ha solo messo in chiaro  che sapere di chi è figlio non vuol dire conoscerlo; essere compaesani non significa che deve mettere il dono di fare guarigioni al servizio e per gli interessi della comunità. In una parola, i compaesani di Gesù volevano usarlo, ma il Signore non si fa usare perché la Sua unica preoccupazione è realizzare la vocazione per la quale il Padre lo ha inviato.

Quando Francesco di Bernardone, da giovane scapestrato, elegante e pieno di soldi sperperava per far divertire gli altri, diviene il povero Francesco, che chiede l’elemosina, si veste di stracci e parla di Dio, perde molti dei Suoi amici. All’ammirazione e invidia di prima si sostituisce la commiserazione, l’insulto e l’emarginazione dei Suoi stessi amici e conoscenti. È sempre difficile cambiare stile di vita, specialmente quando coloro che ti circondano vogliono che tu continui a essere sempre uguale, forse per i loro motivi, o sogni, o pregiudizi. È necessario il coraggio che dà lo Spirito Santo per scegliere di seguire la Parola di Dio, anche contro coloro che vi vorrebbero frenare, talvolta con la scusa del buon senso, della tradizione, delle consuetudini.

ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nelle Parole. È la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo accompagnata da un commento biblico e uno francescano. Frate Leone annotava come il Santo avesse una particolare predilezione per la lettura ogni giorno del Vangelo. Il commento biblico lega la Parola e il messaggio di Cristo alla contemporaneità della vita. Lo sguardo francescano rappresenta un tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi può essere un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di Francesco. Per l’uomo contemporaneo la testimonianza del Santo di Assisi rappresenta una finestra che gli offre un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Vengono proposte per ogni giorno riflessioni che aiutano a vivere appieno nel segno di Cristo, attraverso un pensiero che attualizza la Parola con l’intento di scardinare posizioni del cuore dell’uomo odierno, a volte indurito e ‘zoppicante’. L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Gli autori sono frati, provenienti da tutte le famiglia francescane, laici, appartenenti all’OFS e grandi esperti di francescanesimo. Momenti Francescani è un trimestrale edito dalla Custodia Generale del Sacro Convento dei Frati Minori Conventuali in Assisi. È possibile abbonarsi al seguente link: https://bit.ly/momenti_francescani”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio