Lc 6,6-11

Un po’ di lievito

Un po’ di lievito

Lunedì XXIII Settimana del Tempo Ordinario
1Cor 5,1-8 Sal 5 Lc 6,6-11

Cos’è che porta gli scribi e i farisei fuori strada? Perché davanti alla guarigione di un uomo provano una rabbia tale da voler eliminare Gesù? Perché non provano stupore, meraviglia, gioia? Perché “un po’ di lievito fa fermentare tutta la pasta“. Se ascoltiamo, o studiamo come gli scribi e i farisei, la Parola di Dio, se anche con la nostra bocca cantiamo le Sue lodi, se anche desideriamo andare dietro al Signore… ma nelle piccole cose quotidiane lasciamo che sia il nostro piccolo “io” a decidere, se nelle cose “di poco conto” usiamo il nostro lievito, tutta la nostra vita non farà accrescere e aumentare il nostro “io”…

Ma la Buona Notizia è che è vero anche il contrario! Se, con pazienza e umiltà, accogliamo il Signore nel nostro cuore, se gli chiediamo luce per le nostre scelte, se affidiamo a Lui la nostra vita a partire proprio dalle cose più semplici e quotidiane, anche con una fede piccola piccola, Lui farà fermentare e crescere la Sua vita in noi…e saremo sempre più capaci di avere i Suoi sentimenti, di soffrire e gioire con chi ci è accanto.

Vieni, o Spirito Santo: illumina e guida le scelte e le azioni di questa giornata.

Dal Testamento di San Francesco [FF 110]
Quando ero nei peccati mi sembrava cosa troppo amara vedere i lebbrosi e il Signore stesso mi condusse tra loro e usai con essi misericordia. E allontanandomi da essi, ciò che mi sembrava amaro mi fu cambiato in dolcezza d’animo e di corpo.

 

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio