Tutti gli articoli relativi a
Lc 17,20-25


Lc 17,20-25

Non sarà vistoso

Non sarà vistoso

Giovedì XXVIII Settimana del Tempo Ordinario Fm 1,7-20   Sal 145   Lc 17,20-25 San Giosafat, memoria I farisei chiedono “quando verrà il regno di Dio”, credendo che esso derivi dall’osservanza perfetta della legge. Quante volte capita anche a noi di stare con domande che appaiono serie e nobili, ma che sono un inganno per la nostra vita spirituale. Ai farisei Gesù fa fare un passo indietro perché aprano una domanda più… Continua

Lc 17,20-25

Presenza discreta e vigorosa

Presenza discreta e vigorosa

Giovedì XXXII Settimana del Tempo ordinario Sap 7,22-8,1   Sal 118   Lc 17,20-25 Santi Nicola Taveliĉ e compagni Nella sapienza c’è uno spirito intelligente, santo, unico, molteplice, sottile, agile, penetrante, senza macchia, schietto, inoffensivo, amante del bene, pronto, libero, benefico, amico dell’uomo, stabile, sicuro, tranquillo… Una discrezione talmente bella che vale la pena soffermarsi a meditarla. Sono parole che dicono i comportamenti, le azioni e gli effetti dello Spirito santo. Ciascuno di noi… Continua

Lc 17,20-25

Occhi indagatori o cuore sapiente?

Giovedì XXXII Settimana del Tempo Ordinario Fil 1,7-20   Sal 145    Lc 17,20-25 Al tempo di Gesù, i giudei attendevano l’inizio definitivo del potere regale di Dio sulla terra. Si facevano ipotesi, naturalmente false, sul luogo fisico in cui questo sarebbe avvenuto. Il regno, dice Gesù ai farisei, non è qualcosa che attira l’attenzione. Questo verbo, nelle varie traduzioni, esprime sempre il senso di un’osservazione minuziosa e indagatrice. Lo stesso verbo… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio