Tutti gli articoli relativi a
Gv 16,20-23


Gv 16,20-23

Domando? No, contemplo!

Domando? No, contemplo!

Venerdì VI Settimana di Pasqua At 18,9-18     Sal 46    Gv 16,20-23 Vivere alla sequela di Gesù è dare la vita, essere come una donna che partorisce. Quale esempio migliore? La donna non si ricorda più della sofferenza per la gioia di aver dato alla luce un figlio, di aver accolto e portato alla luce la sua vocazione di madre. Il frutto del parto è motivo di custodia, di contemplazione… Continua

Gv 16,20-23

La gioia del frutto

La gioia del frutto

Venerdì VI Settimana di Pasqua At 18,9-18    Sal 46    Gv 16,20-23 Santa Rita da Cascia religiosa, memoria Il Vangelo di ieri parlava di tristezza e di gioia. Oggi anche di dolore e di gioia. Il dolore lo sperimentiamo certamente quando arriva, senza cercarlo, ma possiamo anche negarlo. Il dolore, poi, è anche una scelta, quando decido di stare o addirittura entrare dentro le situazioni faticose. Cosa spinge a questo?… Continua

Gv 16,20-23

Gesù chiede lo spazio che dona

Gesù chiede lo spazio che dona

Venerdì VI Settimana di Pasqua At 18,9-18   Sal 46   Gv 16,20-23 Il Vangelo oggi inizia come si è concluso ieri: “la vostra tristezza si cambierà in gioia”. Quanta attenzione ha Gesù per noi: prepara la strada interiore per accogliere il mistero dell’ascensione che stiamo per celebrare, che non è mistero di separazione, ma di presenza più profonda. Penso che la parola di oggi ci provochi la domanda che è stata di Maria:… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio