Tutti gli articoli relativi a
Gv 10,31-42


Gv 10,31-42

Opere sublimi

Opere sublimi

Venerdì V Settimana di Quaresima Ger 20,10-13   Sal 17  Gv 10,31-42 Nel versetto che precede il vangelo di oggi, Gesù afferma di essere una cosa sola con il Padre e perciò di essere Dio. È uno dei momenti in cui parla con chiarezza della sua natura divina, ed è la ragione per cui è stato crocifisso: ma già fin d’ora i Giudei lo vogliono lapidare. Il dialogo lo possiamo immaginare… Continua

Gv 10,31-42

Opere rivelatrici

Opere rivelatrici

Venerdì V Settimana di Quaresima Ger 20,10-13          Sal 17        Gv 10,31-42 Da alcuni giorni sentiamo le parole dal Vangelo di Giovanni che sottolineano una tensione: tra la rivelazione progressiva che Gesù fa di sé e del mistero del Padre, e la chiusura progressiva da parte dei giudei che diventano sempre più duri di cuore di fronte al messaggio di Gesù. La sua affermazione: “Io e il Padre siamo una cosa… Continua

Gv 10,31-42

In disparte posso capire

In disparte posso capire

Venerdì V Settimana di Quaresima Ger 20,10-13          Sal 17          Gv 10,31-42 Il profeta Geremia ci racconta di un giusto perseguitato che cerca con fede e gioia profonda il suo Signore, che solo può liberarlo! Anche Gesù è al centro di una disputa, lo vogliono lapidare. Gesù chiede ai suoi interlocutori di aprire gli occhi, di guardare la realtà, di contemplare le opere che Lui compie. Rimanda così la risposta… Continua

Gv 10,31-42

La benedizione scambiata per bestemmia

Venerdì V Settimana di Quaresima Ger 20,10-13   Sal 17   Gv 10,31-42 “Ti lapidiamo perché tu che sei uomo ti fai Dio”. Per la prima volta Gesù viene accusato chiaramente di bestemmia e, per questo motivo, verrà chiesta la sua condanna a morte. Il motivo formale della sua morte sarà racchiuso in poche parole: “Si è fatto figlio di Dio” (Gv 19,7). Ma, in realtà, è la Parola di Dio che si è… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio