Lc 23,35-43

XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – NOSTRO SIGNORE GESÚ CRISTO RE DELL’UNIVERSO – ANNO C – SOLENNITÀ

In quel tempo, [dopo che ebbero crocifisso Gesù,] il popolo stava a vedere; i capi invece deridevano Gesù, dicendo: «Ha salvato altri! Salvi se stesso, se è lui il Cristo di Dio, l’eletto». Anche i soldati lo deridevano, gli si accostavano per porgergli dell’aceto e dicevano: «Se tu sei il re dei Giudei, salva te stesso». Sopra di lui c’era anche una scritta: «Costui è il re dei Giudei». Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». L’altro invece lo rimproverava, dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male». E disse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso». Luca 23,35-43 

“Se è lui il Cristo…”, “Se tu sei il re…”, “Non sei tu il Cristo…”, i capi, i soldati e uno dei malfattori non credono che Gesù sia il Cristo di Dio e allora vorrebbero una dimostrazione spettacolare del suo potere. “Salvi se stesso…” è il ritornello che ripetono tutti; vorrebbero che Gesù assumesse una delle tentazioni primigenie dell’umanità, cioè non dipendere da Dio per la salvezza, ma salvare se stessa. Noi che siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio vorremmo che Dio diventasse come noi, a nostra immagine e somiglianza e che agisse secondo la nostra volontà. Ma il Figlio di Dio è venuto a servire e non a essere servito, è venuto a cercare i malati e non i sani, è venuto a dare la sua vita per la salvezza di tutti. “In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati” (Atti 4,12).

 

RISURREZIONE (fra Jorge Fernandez)

L’amore muore… ma risorge!
Chi ama vedrà il volto di Sorella Morte e morirà.
Però l’amore è più forte della morte, e la morte sarà sconfitta, perché Cristo l’ha già vinta.
Se la morte ti tocca, non avere paura.
Se la morte ti abbraccia, non opporre resistenza, sarebbe uno sforzo inutile…
prima o poi, pian pianino, lei ti possederà completamente!
Il tuo Signore, il mio Signore, il nostro Signore è risorto!
È vivo, è tornato dalla morte, è risorto!
Con la sua risurrezione ha spalancato le porte della speranza.
Nella sua risurrezione risiede tutta la nostra speranza.
Poveri noi se non ci fosse risurrezione!
Lui ti salverà!
Lui ti riscatterà dal profondo della terra.
Lui ti strapperà dai freddi artigli della morte.
Lui, il Cristo, ti farà risorgere per la vita eterna.
Risorgerà in Cristo quanto hai vissuto con amore e per amore.
Risorgerà quanto hai scritto con l’inchiostro dell’amore eterno.
Risorgeranno le buone opere delle tue mani.
Non andranno persi neppure un tuo sorriso, neppure un tuo sguardo.

ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nelle Parole. È la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo accompagnata da un commento biblico e uno francescano. Frate Leone annotava come il Santo avesse una particolare predilezione per la lettura ogni giorno del Vangelo. Il commento biblico lega la Parola e il messaggio di Cristo alla contemporaneità della vita. Lo sguardo francescano rappresenta un tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi può essere un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di Francesco. Per l’uomo contemporaneo la testimonianza del Santo di Assisi rappresenta una finestra che gli offre un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Vengono proposte per ogni giorno riflessioni che aiutano a vivere appieno nel segno di Cristo, attraverso un pensiero che attualizza la Parola con l’intento di scardinare posizioni del cuore dell’uomo odierno, a volte indurito e ‘zoppicante’. L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Gli autori sono frati, provenienti da tutte le famiglia francescane, laici, appartenenti all’OFS e grandi esperti di francescanesimo. Momenti Francescani è un trimestrale edito dalla Custodia Generale del Sacro Convento dei Frati Minori Conventuali in Assisi. È possibile abbonarsi al seguente link: https://bit.ly/momenti_francescani”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio