Lc 19,45-48 

Fissa in te la Parola

Fissa in te la Parola

Venerdì XXXIII Settimana del Tempo Ordinario
Ap 10,8-11      Sal 118     Lc 19,45-48

Per un ascolto profondo della Parola di Dio, che porti frutto e che favorisca in noi un progresso spirituale e una conoscenza sempre più viva del Signore Gesù, sono necessari tempo, calma, preghiera, riflessione, studio. Il libro dell’Apocalisse ce lo ricorda: la Parola è un cibo da prendere, mangiare, ruminare, gustare fino in fondo, a volte nell’amarezza dell’aridità, altre volte nella dolcezza della consolazione.
Il Signore Gesù ci indica anche il luogo dove l’accoglienza della sua Parola è privilegiata. Luogo che dobbiamo frequentare con fede, dove non si può commercializzare la relazione con Dio e con i fratelli. Il Tempio, oggi per noi la Chiesa, è il luogo in cui il Signore si dona come Verbo, come Parola di vita. È il luogo dell’ascolto, della preghiera, della fede, della riconciliazione, dove ci rivela nella verità il volto misericordioso del Padre.

“Signore Gesù, quanto sono dolci al mio palato le tue promesse, più del miele per la mia bocca” (dalla liturgia).

Da Cronache e altre testimonianze [FF 2262]
… Se dunque un fraticello semplice non brilla per acutezza di ingegno, supplisca con l’ardore dello studio alla mancanza di ingegno. Non arrossisca di mendicare il pane della parola di Dio dovunque può e di mandare a memoria ogni giorno almeno una sola buona parola. Abbiamo visto molti, che erano di ingegno tardo, fare assai più progressi di altri che, presuntuosi delle loro forze e della loro intelligenza, non volevano dipendere in nulla dagli altri…

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio