Tutti gli articoli relativi a
Lc 5,27-32


Lc 5,27-32

Un grande banchetto 

Sabato dopo le Ceneri Is 58,9-14 Sal 85 Lc 5,27-32  Levi, seduto – o forse come lo immagina Caravaggio nel suo celebre dipinto, curvo su se stesso e sul denaro che gli dava prestigio – si lascia guardare da Gesù e mosso dalla Sua parola trova la forza per alzarsi e seguirlo. Ha trovato in quel “seguimi”, una parola capace di guarire il suo cuore, di dare pienezza alla sua… Continua

Lc 5,27-32

Invitati alla festa

Invitati alla festa

Sabato dopo le Ceneri Is 58,9-14   Sal 85   Lc 5,27-32 Levi è non è un uomo qualsiasi, ma un peccatore pubblico. Esattore delle tasse a servizio del potere, traditore del suo popolo, Levi sfrutta la sua posizione per arricchirsi. Inoltre disonora un nome sacro riservato ai soli sacerdoti del tempio. Gesù non solo lo perdona, ma lo chiama ad andare dietro a Lui e condividere la sua missione. Entra nella sua casa… Continua

Lc 5,27-32

Un grande banchetto

Sabato dopo le Ceneri Is 58,9-14    Sal 85   Lc 5,27-32 Inizia il tempo della Quaresima: l’occasione favorevole per crescere nell’umiltà e nella gratitudine, perché l’amore di Dio è sempre riversato nei nostri cuori. Levi si alza dal suo banco. Trova la forza di lasciare tutto in un attimo, perché fa un incontro decisivo con lo sguardo di Gesù, affidabile, nuovo, pieno di amore, capace di guarirlo. E sente il bisogno… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio