Tutti gli articoli relativi a
Lc 11,5-13


Lc 11,5-13

Dono sublime

Giovedì XXVII Settimana del Tempo Ordinario Gal 3,1-5 Lc 1 Lc 11,5-13 Gesù porta l’esempio di un padre che nella sua fragile bontà dà al figlio cose buone da mangiare per parlare della immensa bontà del Padre celeste. Qual è il dono della sua bontà? Gesù conclude parlando dello Spirito Santo: “… quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!”. Dono sublime è… Continua

Lc 11,5-13

Invadenze opportune

Invadenze opportune

Giovedì XXVII Settimana del Tempo Ordinario Ml 3,13-20a   Sal 1   Lc 11,5-13 Ieri il Vangelo ci ricordava le parole essenziali della preghiera. Oggi invece ci suggerisce il modo in cui pregare. Gesù ci esorta ad essere insistenti, ostinati. Ma non quell’ostinazione sciocca e molesta. Non l’insistenza di chi assilla l’altro pensando solo al proprio tornaconto. Siamo piuttosto invitati ad essere insistenti innanzitutto con noi stessi. Lo siamo quando, con determinazione, mettiamo la… Continua

Lc 11,5-13

Amico, prestami tre pani!

Giovedì XXVII Settimana del Tempo Ordinario Gal 3,1-5   Lc 1,68-75    Lc 11,5-13 In questa parabola si parla di un amico a cui rivolgersi per poter aiutare un altro amico. C’è un pane che passa di mano in mano, c’è un aiuto da dare perché qualcuno sia accolto con cura e amore, e possa ricevere il nutrimento necessario. Ma il primo amico non cede subito alla richiesta, anzi è scomodato proprio… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio