Tutti gli articoli relativi a
Gv 8,31-42


Gv 8,31-42

Invidiabile fede

Mercoledì V Settimana di Quaresima Dn 3,14–20.46–50.91–92.95   Dn 3,52–56  Gv 8,31-42 I tre amministratori giudei del di Daniele ci mostrano una fiducia in Dio così salda da fare invidia… Una fede così forte che, ad un certo punto, non ha più bisogno neanche di segni tangibili. Dicono addirittura: «anche se Dio non ci liberasse, sappi, o re, che noi non serviremo mai i tuoi dèi». Che coraggio, e che cuore… Continua

Gv 8,31-42

Libero accesso

Libero accesso

Mercoledì V Settimana di Quaresima Dn 3,14-20.46-50.91-92.95   Dn 3,52-56   Gv 8,31-42 “Non siamo mai stati schiavi di nessuno”. I giudei, nella loro presunzione, credono di non aver nessun bisogno di essere liberati. La libertà, che Gesù desidera donare ad ogni cuore, è per loro una specie di “dotazione” acquisita con la nascita: non ne hanno bisogno. L’appartenenza al popolo eletto dà loro la sicurezza di essere già stati liberati da ogni schiavitù…. Continua

Gv 8,31-42

Come un vento pieno di rugiada

Come un vento pieno di rugiada

Mercoledì V Settimana  Tempo di Quaresima Dn 3,14-20.46-50.91-92.95    Dn 3,52-56   Gv 8,31-42 L’episodio dei tre giovani che rimangono indenni tra le fiamme della fornace (cfr. Dn 3,14), nella prima lettura, sembra rappresentare bene le parole di Gesù: “Se rimanete nella mia parola, siete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi”. I tre giovani avrebbero potuto cedere alle lusinghe del re e salvare la propria vita…. Continua

Gv 8,31-42

Veramente liberi

Mercoledì V Settimana di Quaresima Dn 3,14-20.46-50.91-92.95   Dn 3,52-56   Gv 8,31-42 È molto bella la testimonianza, narrata dal profeta Daniele, dei tre uomini che di fronte alla persecuzione e al rischio della propria vita non smettono di confidare nel Signore: ne hanno fatto esperienza, hanno conosciuto il Dio vero e l’unico desiderio è rimanere fedeli. In loro abbiamo una immagine chiara di quale sia la libertà di cui ci parla Gesù. Rimanere… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio