Tutti gli articoli relativi a
Gv 3,31-36


Gv 3,31-36

Aprirci allo Spirito per vivere pienamente

Aprirci allo Spirito per vivere pienamente

Giovedì II Settimana di Pasqua At 5,27-33    Sal 33     Gv 3,31-36 In questo brano, attribuito a Giovanni Battista, ma in realtà pronunciato dal narratore, ci offre una sintesi della rivelazione di Gesù. Venendo dall’alto, dà testimonianza del Padre. Ci comunica le Sue parole e ci dona lo Spirito senza misura che ci conduce alla verità tutta intera. Se diciamo di credere in Lui, Gesù va contemplato e accolto in questa… Continua

Gv 3,31-36

Parole da sussulto

Parole da sussulto

Giovedì II Settimana di Pasqua At 5,27-33   Sal 33   Gv 3,31-36 Sant’Atanasio Vescovo e Dottore, Memoria Gesù manifesta il vero volto di Dio, dice le sue parole. Lo sappiamo, sappiamo che il Padre mette nelle mani del Figlio ogni cosa. Sono parole da sussulto, ma forse noi siamo abituati ad ascoltarle che non ce ne meravigliamo più. Ringraziamo il Signore perché si è donato a noi, senza nulla trattenere anzi:… Continua

Gv 3,31-36

Come vivo la fede?

Come vivo la fede?

Giovedì II Settimana di Pasqua At 5,27-33       Sal 33       Gv 3,31-36 Giovanni Battista è voce di Gesù, è voce di gioia perché è contento che il Messia sia seguito! Giovanni lascia il posto, diminuisce, esce quasi di scena perché ha compiuto la sua missione e perché conosce bene la vicinanza e la distanza che c’è tra lui e il Suo Signore: “Lui deve crescere e io diminuire”, afferma. Giovanni ci insegna… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio