Mt 20,1-16

uno per tutti, tutti per Uno

uno per tutti, tutti per Uno

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all’alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. Si accordò con loro per un denaro al giorno e li mandò nella sua vigna. Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano in piazza, disoccupati, e disse loro: “Andate anche voi nella… Continua

Lc 8,4-15

Semina generosa

Sabato XXIV Settimana del Tempo Ordinario 1Cor 15,35-37.42-49    Salmo 55    Lc 8,4-15 Gesù parla in parabole. Padre Ermes Ronchi spiega così questa scelta: “Il linguaggio delle parabole contiene molto più di quel che dice. È un racconto minimo, che funziona come un carburante: lo leggi e accende idee, evoca immagini, suscita emozioni, avvia un viaggio”. Gesù osserva la vita pratica, quella concreta, terra terra. Da qui trae ispirazione… Continua

Mt 11,25-30

Benedire è riconoscere

Venerdì XXIV Settimana del Tempo Ordinario 1Cor 12,31; 13,1-10.13       Sal 24       Mt 11,25-30 Giuseppe da Copertino, festa Dopo il discorso missionario ai discepoli, intorno a Gesù si crea di un clima di tensione verso la sua persona. È un’ora di prova e proprio in quel tempo Gesù benedice il Padre, lo riconosce pubblicamente, facendo sgorgare dal suo cuore un inno di lode. Dio è Creatore… Continua

Giovedì 17 settembre 2020, SACRE STIMMATE DI S. FRANCESCO

Giovedì 17 settembre 2020, SACRE STIMMATE DI S. FRANCESCO

Dal Vangelo Luca 9, 23-26 In quel tempo, Gesù, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà. Infatti, quale vantaggio ha un uomo che guadagna il mondo intero, ma perde o rovina se stesso? Chi si vergognerà… Continua

Lc 9,23-26 

Come Gesù?

Giovedì XXIV Settimana del Tempo Ordinario Gal 6,14-18  Sal da Gal 2  Fil 1  Lc 9,23-26 Impressione delle stimmate di  S. Francesco, festa La festa delle stimmate di San Francesco dice quanto sia bello vivere la vita cercando di assomigliare a Gesù e provoca anche in noi una domanda audace: come, nella mie semplici azioni, comunico la semplicità e la povertà di Gesù? O meglio, come permetto allo Spirito di… Continua

Lc 7,31-35

La via sublime della carità

Mercoledì XXIV Settimana del Tempo Ordinario 1Cor 12,31-13,13    Sal 32   Lc 7,31-35 Santi Cornelio e Cipriano Ecco oggi due inviti importanti che vengono dal Vangelo. Il primo è come il suono festoso di un flauto: rallegriamoci perché siamo infinitamente amati e redenti! L’altro è un triste lamento: siamo miseri, incapaci di amare, chiediamo sempre il perdono di Dio. A volte ci capita di essere indifferenti sia al primo… Continua

Gv 19,25-27

La presenza nell’assenza

Martedì XXIV Settimana del Tempo Ordinario Eb 5,7-9   Sal 30   Gv 19,25-27 Beata Vergine Maria Addolorata, memoria Al centro della liturgia di oggi ci sono delle parole per noi non proprio spontanee: ascoltiamo di patire, stare presso la croce come Maria addolorata, offrire con le lacrime come Gesù nella passione. Eppure è come la continuazione della festa di ieri, con un invito a guardare e imparare da Maria. Cosa fa la festa?… Continua

Gv 3,13-17

Segno dell’amore

Lunedì XXIV Settimana del Tempo Ordinario Nm 21,4-9 Sal 77 Fil 2,6-11 Gv 3,13-17 Esaltazione della Santa Croce, Festa Nicodemo aveva visto in Gesù “un segno che parlava di Dio e attraverso il quale Dio parlava a lui” (P. Maranesi). Così nella notte sente affermare che Dio ama il mondo, e lo ama per primo! E questo amore Dio lo manifesta, attraverso il Figlio, che scende perché noi possiamo salire… Continua

Domenica 13 settembre 2020, XXIV TEMPO ORDINARIO

Domenica 13 settembre 2020, XXIV TEMPO ORDINARIO

Dal Vangelo Matteo 18, 21-35 In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte? ». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i… Continua

Mt 18,21-35

quattrocentonovanta

quattrocentonovanta

In quel tempo, Pietro si avvicinò a Gesù e gli disse: «Signore, se il mio fratello commette colpe contro di me, quante volte dovrò perdonargli? Fino a sette volte?». E Gesù gli rispose: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette. Per questo, il regno dei cieli è simile a un re che volle regolare i conti con i suoi servi. Aveva cominciato a regolare… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio