Gv 16,23-28

Intimità gioiosa

Intimità gioiosa

Sabato VI Settimana di Pasqua At 18,23-28      Sal 46       Gv 16,23-28 “Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena”. Gesù ha compiuto la sua opera: ricondurci al Padre. In tutta la sua vita ci ha mostrato il vero volto di Dio: Padre misericordioso, che va in cerca di chiunque si sia perduto, perché torni a godere del Suo amore. Ora sappiamo… Continua

Gv 16,20-23

Domando? No, contemplo!

Domando? No, contemplo!

Venerdì VI Settimana di Pasqua At 18,9-18     Sal 46    Gv 16,20-23 Vivere alla sequela di Gesù è dare la vita, essere come una donna che partorisce. Quale esempio migliore? La donna non si ricorda più della sofferenza per la gioia di aver dato alla luce un figlio, di aver accolto e portato alla luce la sua vocazione di madre. Il frutto del parto è motivo di custodia, di contemplazione… Continua

Gv 16,16-20

Poco tempo, tanto tempo

Poco tempo, tanto tempo

Giovedì VI Settimana di Pasqua At 18,1-8   Sal 97   Gv 16,16-20 San Filippo Neri, sacerdote Il vangelo ci porta alla sera tardi del giovedì prima della Pasqua, e Gesù dice: per un poco mi vedrete. Come lo vedranno? Nell’agonia nell’orto, legato, schernito, poi lo vedranno ucciso. Non è proprio un vedere gioioso, anzi. È un tempo di tristezza, un poco tempo: poche ore che lo vedranno così e poi, per un po’… Continua

Gv 16,12-15

Spazio libero

Spazio libero

Mercoledì VI Settimana di Pasqua At 17,15.22-18,1    Sal 148   Gv 16,12-15 Le molte cose che Gesù ha da dirci ce le rivela lo Spirito santo. Quali cose? Il mistero dell’amore che lega il Padre al Figlio Gesù. Ma anche il mistero della vita, del dolore, della gioia, di me stesso, degli altri. Come ai discepoli, anche a noi queste molte cose lo Spirito le svela con gradualità, con rispetto: secondo il… Continua

Gv 16,5-11

Presenza, assenza

Presenza, assenza

Martedì VI Settimana di Pasqua At 16,22-34   Sal 137   Gv 16,5-11 Sentire Gesù dire che lascia i suoi, non è facile neppure per noi che lo ascoltiamo dopo molti anni. Ci immedesimiamo nei discepoli che non avranno più la consolazione di vedere i suoi occhi e ascoltare la sua parola, si rattristano. Li capiamo… sono confusi, impauriti. E non è solo una questione affettiva verso il loro Maestro. È anche una preoccupazione… Continua

Gv 15,26-16,4

Chiamiamolo vicino

Lunedì VI Settimana di Pasqua At 16,11-15      Sal 149     Gv 15,26-16,4 San Felice da Cantalice religioso, festa La quotidianità, fatta di scelte, gesti, atteggiamenti, non ci risparmia situazioni ordinarie e straordinarie, che mettono alla prova la nostra fede. Il Signore Gesù ci dice che in queste situazioni non siamo soli, perché vicino a noi c’è lo Spirito Santo, il Paraclito, che ci guida.  Lo Spirito ci sostiene insegnandoci ad amare… Continua

Gv 14,23-29

DOMENICA 22 MAGGIO 2022 – VI DOMENICA DI PASQUA

DOMENICA 22 MAGGIO 2022 – VI DOMENICA DI PASQUA

In quel tempo, Gesù disse [ai suoi discepoli]: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma… Continua

Gv 15,18-21

Cascasse il mondo!

Sabato V Settimana di Pasqua At 16,1-10  Sal 99  Gv 15,18-21 Quando Giovanni parla di “mondo”, intende sempre quella supponenza e superbia dell’uomo che si oppone a Dio e al bene. Quando prevale in noi la superbia, è perché abbiamo di noi stessi un’immagine molto alta e, in fondo, siamo convinti di essere migliori degli altri. La verità è che siamo tutti piccoli e fragili. Sant’Ignazio, a proposito di questo,… Continua

Gv 15,12-17

Comandamento per donare la vita 

Venerdì V Settimana di Pasqua At 15,22-31 Sal 56 Gv 15,12-17  La più grande libertà la possiamo vivere nella fede. Il Signore ci attira a sé con legami di bontà e non con la costrizione. Ecco allora che le Sue parole ci preparano a stare nel dono ricevuto. Parole chiare quelle del Signore: “Vi ho chiamato amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a… Continua

Gv 15,9-11

Non estraniamoci dall’Amore

Giovedì V Settimana di Pasqua At 15,7-21 Sal 95 Gv 15,9-11  Rimanere nell’amore del Signore significa dimorare, significa comunicare in Lui e con Lui. L’Amore del Signore è un Amore risorto e comprende tutta la Sua vita, dall’Incarnazione all’Eucarestia, passando per la Grazia che ha operato e donato incontrando le persone, passando per la Sua passione e morte. È un amore che proviene e che è nelle mani del Padre…. Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio