Mc 3,22-30

Imbattibile umiltà

Lunedì III Settimana del Tempo Ordinario Eb 9,15.24-28 Sal 97 Mc 3,22-30 Le opere di Gesù manifestavano la sua potenza, ed erano evidenti opere di bene. Non c’era vanità nel suo atteggiamento, anzi. Eppure l’invidia per la sua bontà spingeva alcuni ad accusarlo falsamente, e contro ogni logica. Sebbene il bene sia buono e bello, e noi ne siamo naturalmente attratti, quando incontriamo qualcuno più buono di noi, è possibile… Continua

Mt 4,12 ss

22 gennaio DOMENICA – III DOMENICA T.O. A. Domenica della Parola di Dio

(Matteo 4,12-17) Quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa: «Terra di Zàbulon e terra di Nèftali, sulla via del mare, oltre il Giordano, Galilea delle genti! Il popolo che abitava nelle tenebre vide… Continua

Mc 3,20-21

Fuori di sé

Sabato II Settimana del Tempo Ordinario Eb 9,2-3.11-14 Sal 46 Mc 3,20-21 Sant’Agnese, vergine e martire – Memoria Gesù si dedica tutto alla folla, dimenticandosi di se stesso, dei suoi bisogni, anche quelli primari, come il mangiare. Davvero, si può dire, Gesù è fuori di sé, perché svuota se stesso, completamente, per far spazio all’altro. È un’immagine che ci richiama quella di tante mamme che perdono il sonno per amore… Continua

Mc 3,1-6

“Vieni qui in mezzo”

Mercoledì II Settimana del Tempo ordinario Eb 7,1-3.15-17   Sal 109   Mc 3,1-6 Nella sinagoga, porre “in mezzo” il rotolo della Parola era un gesto solenne ed eloquente. Al posto del rotolo oggi, nel mezzo della sinagoga, c’è la debolezza umana. Se vogliamo, infatti, il Signore Gesù guarisce le nostre ferite più profonde con la sua misericordia. Come guarisce la mano paralizzata di quest’uomo. «Alzati, vieni qui in mezzo», gli dice, usando un… Continua

Mc 2,23-28

L’àncora sicura 

Martedì II Settimana del Tempo ordinario  Eb 6,10-20 Sal 110 Mc 2,23-28 Sant’Antonio abate, memoria  La Parola di oggi, non semplice, nella sua lettura immediata, è una  parola di grande speranza e segno della delicatezza e libertà con cui il  Signore ci vuole bene. Dal brano della lettera agli Ebrei, accogliamo  l’invito che “ciascuno dimostri il medesimo zelo perché la sua speranza  abbia compimento”. È lo stesso zelo che Dio… Continua

Mc 2,18-22

Obbedienza che libera

Lunedì II Settimana del Tempo Ordinario Eb 5,1-10 Sal 109 Mc 2,18-22 Da Gesù Lui impariamo cos’è obbedire. Non si tratta, come a volte pensiamo ancora, di rispettare in modo rigido una Legge data per sempre. Così facendo, si perde il contatto con la realtà e con l’uomo concreto, con l’umanità che è in noi e accanto a noi. Gesù si è rivestito di debolezza facendosi uno di noi e… Continua

Gv 1,29-34

15 gennaio 2023 – DOMENICA – II DOMENICA T.O. A.

(Giovanni 1,29-34)  In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire  verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che  toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale  ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a  me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo,  ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli  fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò,  dicendo: «Ho contemplato lo Spirito… Continua

Mc 2,13-17

Parola viva

Sabato, I Settimana del Tempo ordinario Eb 4,12-16 Sal 18 Mc 2,13-17 Perché sono sempre i pubblicani e i peccatori gli interlocutori prediletti di Gesù, i suoi amici più vicini? Non certo perché hanno una vita esemplare. Ma forse perché sono più consapevoli delle loro miserie, più impazienti di cambiare, di guarire, anche se questo comporta una sofferenza. Gli scribi e i farisei invece si fanno scudo con la legge… Continua

Mc 2,1-12

La fede degli amici

La fede degli amici

Venerdì I Settimana del Tempo ordinario Eb 4,1-5.11 Sal 77 Mc 2,1-12 Il miracolo presuppone la fede. A Nazaret, ad esempio, Gesù non fece molti miracoli proprio per l’incredulità dei suoi compaesani. Lungo il cammino invece compie tanti miracoli che accadono per la relazione tra la sua forza, potenza e la fede di chi è guarito: così la Parola si traduce in atto concreto. Qui, però, la guarigione non avviene… Continua

Mc 1,40-45

Comunità benefica

Comunità benefica

Giovedì I Settimana del Tempo Ordinario Eb 3,7-14 Sal 94 Mc 1,40-45 Per ognuno c’è uno spazio personale, di trascendenza in cui incontrare il Signore. Il pericolo è la tentazione dell’allontanamento da Dio come è stato per Mosè nel deserto, quando avevano costruito il vitello d’oro. La lettera agli Ebrei ci indica un’arma per non cedere: quella dell’aiuto fraterno. L’esortazione vicendevole è un atto che va ripetuto, è un’azione giornaliera… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio