Lc 10,13-16

Tutto di noi sia per Lui

Tutto di noi sia per Lui

Venerdì XXVI Settimana del Tempo Ordinario
Bar 1,15-22 Sal 78 Lc 10,13-16
Santa Teresa di Gesù bambino, memoria

Ascoltare la voce del Signore! È l’invito che percorre tutta la Bibbia. È la preghiera quotidiana degli ebrei ed è l’ammonizione che da sempre i profeti hanno rivolto al popolo che si allontanava dal suo Dio. La bellezza della fede è che per il Signore siamo affidabili. La sua voce, la sua Parola è adatta a noi creature e arriva al mondo per mezzo nostro. Da come parliamo e agiamo, da come le persone vicine a noi amano il Signore, possiamo capire la qualità del nostro ascolto. E abbiamo perciò una responsabilità nell’annuncio e una responsabilità altrettanto grande nel portare la Croce, che è Parola anch’essa, non semplicemente per le nostre questioni personali, ma proprio per il nostro Dio, proprio per come poi verrà accolto o meno. Purifichiamo il nostro sguardo, i nostri pensieri e il nostro dire perché tutto di noi parli di Lui!

Santa Teresa di Gesù bambino, sii il nostro esempio di semplicità e purezza nell’ascoltare e annunciare l’amore del Signore.

Dalla Leggenda maggiore di San Bonaventura [FF 1072-1073]
Divenne araldo del Vangelo. Incominciò, infatti, a percorrere città e villaggi e ad annunziarvi il regno di Dio, non basandosi sui discorsi persuasivi della sapienza umana, ma sulla dimostrazione di spirito e di potenza. A chi lo vedeva, sembrava un uomo dell’altro mondo: uno che, la mente e il volto sempre rivolti al cielo, si sforzava di attirare tutti verso l’alto. Da allora la vigna di Cristo incominciò a produrre germogli profumati del buon odore del Signore, e frutti abbondanti con fiori soavi di grazia e di santità. Moltissimi, infiammati dalla sua predicazione, si vincolavano alle nuove leggi della penitenza, secondo la forma indicata dall’uomo di Dio.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio