Mt 25,1-13

Eccomi!

Lunedì XIX Settimana del Tempo Ordinario
Os 2,16b.17b.21-22    Sal 45     Mt 25,1-13
Santa Teresa Benedetta della Croce, vergine e martire, patrona d’Europa, Festa

Il Signore con noi prende l’iniziativa: conduce, parla e fa. Se noi scegliamo di rispondere, conosceremo il suo amore fedele. Il Vangelo ci dice che per cogliere questa Sua venuta e essere pronti a rispondere, occorre vigilare. Vigilare è attendere nella certezza che il Signore verrà, che si farà vedere e incontrare. Se so di attendere qualcuno che certo arriverà, mi preparo, dentro e fuori, per non perdere l’occasione, perché non manchi nulla. Se desidero l’incontro, farò tutto quello che posso perché nulla si metta in mezzo, nulla lo ritardi. È questa la saggezza delle cinque vergini: essere certe della fedeltà dello sposo, essere certe che lui verrà. E comportarsi secondo questa speranza e questo desiderio. È l’amore del Signore che ci attrae e ci muove. Se ci lasciamo condurre, ascoltando la voce buona che parla dentro di noi e ci indica come e dove possiamo amare, lo conosceremo, faremo esperienza concreta e reale del Suo amore che ci rende capaci di amare.

Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio: È lui il tuo signore: rendigli omaggio

Dal Testamento di San Francesco [FF 110-111]
Quando ero nei peccati mi sembrava cosa troppo amara vedere i lebbrosi, e il Signore stesso mi condusse tra loro e usai con essi misericordia. E allontanandomi da loro, ciò che mi sembrava amaro mi fu cambiato in dolcezza di animo e di corpo […]. E dopo che il Signore mi dette dei fratelli, nessuno mi mostrava che cosa dovessi fare, ma lo stesso Altissimo mi rivelò che dovevo vivere secondo la forma del santo Vangelo.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio