Mc 7,1-8.14-15.21-23

DOMENICA 29 AGOSTO 2021 MARTIRIO S. GIOVANNI BATTISTA

DOMENICA 29 AGOSTO 2021 MARTIRIO S. GIOVANNI BATTISTA

Dal Vangelo

In quel tempo, si riunirono attorno a Gesù i farisei e alcuni degli scribi, venuti da Gerusalemme. Avendo
visto che alcuni dei suoi discepoli prendevano cibo con mani impure, cioè non lavate – i farisei infatti e tutti i Giudei non mangiano se non si sono lavati accuratamente le mani, attenendosi alla tradizione degli antichi e, tornando dal mercato, non mangiano senza aver fatto le abluzioni, e osservano molte altre cose per tradizione, come lavature di bicchieri, di stoviglie, di oggetti di rame e di letti –, quei farisei e scribi lo interrogarono: «Perché i tuoi discepoli non si comportano secondo la tradizione degli antichi, ma prendono cibo con mani impure?». Ed egli rispose loro: «Bene ha profetato Isaìa di voi, ipocriti, come sta scritto: “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me. Invano mi rendono culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini”. Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini». Chiamata di nuovo la folla, diceva loro: «Ascoltatemi tutti e comprendete bene! Non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa renderlo impuro. Ma sono le cose che escono dall’uomo a renderlo impuro». E diceva [ai suoi discepoli]: «Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono i propositi di male: impurità, furti, omicidi, adultèri, avidità, malvagità, inganno, dissolutezza, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive vengono fuori dall’interno e rendono impuro l’uomo».

Commento biblico

Gesù ha sperato che la legge di Dio fosse accolta con il cuore e osservata con convinzione e amore. Invece la moltiplicazione dei precetti incrementa la possibilità di non osservarli, aumentando così le occasioni di ipocrisia. Perciò Gesù chiede di discernere. Non si cada però nell’errore di opporre, sulla base delle parole di Cristo, l’interiorità e l’esteriorità che in ogni essere umano sono dimensioni inseparabili. Per Gesù come per le Scritture il peccato bussa alla porta del cuore di ogni uomo, è generato fino a manifestarsi nei sentimenti, nelle parole e nelle azioni. Non sarà l’osservanza esteriore delle regole ad assicurare la salvezza, ma il vivere la sequela di Cristo mediante il comandamento dell’amore.

Commento francescano

San Francesco sa bene che essere cristiano significa percorrere un cammino di liberazione dal proprio
egoismo tale da vivere una spiritualità non da servi ma da figli. La Legge è la Parola di Dio donata al Suo
popolo affinché cammini bene; così la vita cristiana è la risposta grata a un Padre generoso. Pertanto la
gratitudine e la venerazione di san Francesco, a Dio e a Suo figlio Gesù, rappresentano un tratto caratteristico del cuore visitato dallo Spirito Santo. E ciò trova la massima espressione nel Cantico delle Creature e nelle Lodi a Dio altissimo.

ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nelle Parole. È la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo accompagnata da un commento biblico e uno francescano. Frate Leone annotava come il Santo avesse una particolare predilezione per la lettura ogni giorno del Vangelo. Il commento biblico lega la Parola e il messaggio di Cristo alla contemporaneità della vita. Lo sguardo francescano rappresenta un tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi può essere un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di Francesco. Per l’uomo contemporaneo la testimonianza del Santo di Assisi rappresenta una finestra che gli offre un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Vengono proposte per ogni giorno riflessioni che aiutano a vivere appieno nel segno di Cristo, attraverso un pensiero che attualizza la Parola con l’intento di scardinare posizioni del cuore dell’uomo odierno, a volte indurito e ‘zoppicante’. L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Gli autori sono frati, provenienti da tutte le famiglia francescane, laici, appartenenti all’OFS e grandi esperti di francescanesimo. Momenti Francescani è un trimestrale edito dalla Custodia Generale del Sacro Convento dei Frati Minori Conventuali in Assisi. È possibile abbonarsi al seguente link: https://bit.ly/momenti_francescani”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio