Mt 18,15-20

Guadagnatevi gli uni gli altri!

Guadagnatevi gli uni gli altri!

Mercoledì XIX Settimana del Tempo Ordinario
Ez 9,1-7;10,18-22 Sal 112 Mt 18,15-20

“Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te…”. Questa condizione molto concreta di cui parla Gesù, ci tocca nel vivo. Forse siamo subito portati a pensare ai torti subiti. Ma potremmo anche metterci dalla parte di chi viene corretto: prima, tra il fratello e me solo, poi da una o due persone, e infine dalla comunità. Queste parole di Gesù sono tratte dal grande discorso ecclesiastico che Matteo raccoglie nel capitolo 18. Gesù sta insegnando ai discepoli a diventare Chiesa, la Sua Chiesa. A vivere cioè il Vangelo partendo dalle relazioni fraterne. L’insegnamento che vuole dare loro è quello di non separare mai la verità dalla misericordia. Non parla ad una Comunità di perfetti, ma a donne e uomini poveretti, come noi, tuttavia infinitamente amati e perdonati. Per questa ragione siamo chiamati a correggerci e perdonarci vicendevolmente. Se lo faremo con amore, ci “guadagneremo” vicendevolmente e sapremo costruire il regno dei cieli qui in terra.

Sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra.

Dalla Regola non bollata [FF 32]

E con fiducia l’uno manifesti all’altro la propria necessità, perché l’altro gli trovi le cose necessarie e gliele dia. E ciascuno ami e nutra il suo fratello, come la madre ama e nutre il proprio figlio, in tutte quelle cose in cui Dio gli darà grazia. E colui che non mangia non giudichi colui che mangia.

Comunità francescana delle sorelle
ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio