Guarda la stella, invoca Maria

Guarda la stella, invoca Maria

Lunedì XXXIV Settimana del Tempo Ordinario
Zc 2,14-17; 1Sam 2,1.4-8; Mt 12,46-50
Presentazione della Beata Vergine Maria, memoria

Chi fa la volontà di Dio permette a Dio stesso di venire ad abitare in mezzo a noi. Questo è quello che Maria ha lasciato che avvenisse nella sua vita. Per questo tutte le generazioni la chiamano beata, e la Chiesa ne celebra spesso la memoria, perché guardiamo a lei come a una stella che traccia la rotta, la strada per accogliere il Signore.
Maria ha ascoltato la parola di Dio e senza indugio l’ha messa in pratica. All’annuncio dell’angelo Gabriele Maria risponde eccomi”, e subito si alza e in fretta va a condividere la gioia con Zaccaria ed Elisabetta, che stavano vivendo come lei il mistero dell’amore di Dio che sceglie, chiama e opera cose grandi.
Maria ha accompagnato Gesù, rimanendo in ascolto della Parola di Dio, custodendo ogni cosa nel suo cuore. E quando la vita e la volontà del Padre l’hanno posta davanti alla sofferenza e al dolore più grande per una madre, Maria è rimasta accanto al Figlio, scegliendo di continuare a fidarsi, nonostante tutto, di quella Parola e di quella promessa d’amore che aveva ricevuto.

Maria, madre di Dio e madre nostra, aiutaci ad ascoltare e osservare la parola, perché il Signore abiti in noi e in mezzo a noi.

Dalle Laudi e Preghiere [FF 281]
Santa Maria Vergine, nel mondo tra le donne non è nata alcuna simile a te, figlia e ancella dell’altissimo sommo Re, il Padre celeste, madre del santissimo Signore nostro Gesù Cristo, sposa dello Spirito Santo; prega per noi con san Michele arcangelo e con tutte le potenze angeliche dei cieli e con tutti i santi, presso il tuo santissimo diletto Figlio, Signore e maestro.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio