Tutti gli articoli relativi a
Mt 26,14-25


Mt 26,14-25

Fermezza dell’amore

Mercoledì della Settimana Santa Is 50,4-9a    Sal 68    Mt 26,14-25 Gesù è tradito, messo nelle mani dei sacerdoti in cambio di pochi soldi. Ma, nel profondo del suo cuore, si è già messo volontariamente nelle mani degli uomini, per amore. Nelle sue ultime ore, vive tanti sentimenti umani: la gioia della comunione, ma poi anche la delusione, la solitudine, la paura. Tuttavia nessuno di questi sentimenti lo “confonde”, come, forse,… Continua

Mt 26,14-25

In riscatto per tutti

In riscatto per tutti

Mercoledì della Settimana Santa Is 50,4-9a    Sal 68    Mt 26,14-25 In questo vangelo si susseguono diverse “consegne”. «Quanto volete darmi perché io ve lo consegni?». Ecco la prima: Giuda, che “consegna” Gesù ai soldati, si illude di avere in mano la situazione. In realtà è Gesù che per primo, in cuor suo, si è già totalmente consegnato al Padre. Alle sue mani si abbandona, “obbediente fino alla morte di croce… Continua

Mt 26,14-25

Domenica 5 aprile 2020, DELLE PALME

Domenica 5 aprile 2020, DELLE PALME

Dal Vangelo Matteo 26,14 – 27,66 C In quel tempo, uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota, andò dai capi dei sacerdoti e disse: D «Quanto volete darmi perché io ve lo consegni?». C E quelli gli fissarono trenta monete d’argento. Da quel momento cercava l’occasione propizia per consegnare Gesù. Il primo giorno degli Ázzimi, i discepoli si avvicinarono a Gesù e gli dissero: D «Dove vuoi che prepariamo per te,… Continua

Mt 26,14-25

Presenza di una vita donata

Presenza di una vita donata

Mercoledì della Settimana Santa Is 50,4-9a    Sal 68    Mt 26,14-25 Giuda tradisce il Maestro, consegnandolo ai sacerdoti per pochi soldi. Ma Gesù, nel suo cuore, si è già totalmente consegnato a noi per amore, in perfetta obbedienza al Padre. Sa che la sua passione, morte e risurrezione ci aprirà la strada verso il cielo. Le ultime ore di vita sono per il Signore momenti intensi, profondamente umani, alcuni lieti, altri… Continua

Mt 26,14-25

“Sono forse io?”

Mercoledì, Settimana Santa Is 50,4-9a    Sal 68  Mt 26,14-25 All’annuncio del tradimento tutti i discepoli, profondamente rattristati, dubitano di loro stessi, tutti domandano: «Sono forse io, Signore?». Forse la loro esperienza con Gesù li ha portati a riconoscere la propria fragilità, forse hanno imparato che Gesù conosce il loro cuore meglio di ogni altro. Anche Giuda domanda: «Rabbì, sono forse io?». È significativo notare che questa è la prima volta… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio