Tutti gli articoli relativi a
Lc 1,67-79


Lc 1,67-79

Il sole della misericordia 

Giovedì, feria propria del 24 dicembre 2Sam 7,1-5.8b-12.14a.16 Sal 88 Lc 1,67-79  Zaccaria riacquista la parola dopo mesi di silenzio. Le prime parole sono un  canto di gioia e di gratitudine. Dio ha visitato la sua vita, la sua famiglia, la  sua storia, il suo popolo. Questo anziano e stimato sacerdote solo ora  capisce che sta per venire colui di cui tutti, proprio tutti, hanno bisogno,  come un sole che… Continua

Lc 1,67-79

Incredulità benedetta

Incredulità benedetta

Martedì, Feria propria del 24 dicembre Sam 7,1-5.8-12.14.16    Sal 88    Lc 1,67-79 La preghiera di Zaccaria caratterizza la preghiera mattutina della chiesa. È come se il Signore ci chiedesse di entrare nelle nostre giornate con la logica di lode e fiducia che anima questa preghiera. Possiamo sottolineare due semplici aspetti. Nella nostra vita abbiamo la certezza della visita del Signore, con i suoi tempi, certo. Sta a noi, ogni giorno,… Continua

Lc 1,67-79

Tenerezza e misericordia

Tenerezza e misericordia

Lunedì, feria propria del 24 dicembre 2Sam7,1-5.8-12.14.16   Sal 88   Lc 1,67-79 A compimento del tempo di avvento, la liturgia ci propone due esempi di uomini, Davide e Zaccaria, che contemplano la “tenerezza e la misericordia” con le quali il Signore ha fatto loro visita. Davide si riconosce benedetto da Dio così tanto che la sua casa, ai suoi occhi, è più grande e maestosa di quella del Signore. Zaccaria scopre che la… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio