Il segno che fa memoria…

Il segno che fa memoria…

Tra i ricordi più belli dell’infanzia ne ho uno in particolare: mia madre la sera, quando io e i miei due fratelli eravamo già da un pezzo a letto, passava nella camera dove, finché eravamo piccoli, abbiamo dormito tutti e tre, e faceva a ciascuno di noi in silenzio il segno della croce. La sentivo quando era vicina e tenevo gli occhi ben chiusi, perché non si accorgesse che mi… Continua

8 marzo 2015, 3ª domenica di quaresima

8 marzo 2015, 3ª domenica di quaresima

Dal Vangelo Giovanni 2,13-25 Si avvicinava la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe e, là seduti, i cambiamonete. Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori dal tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via di qui… Continua

Gv 2,19-21

8 marzo 2015, IIIª domenica di quaresima, “Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere. (…) Egli parlava del tempio del suo corpo” (Gv 2,19.21)

8 marzo 2015, IIIª domenica di quaresima, “Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere. (…) Egli parlava del tempio del suo corpo” (Gv 2,19.21)

Il corpo. Oggi è tutto, mentre una volta più importante era l’anima e il corpo era il grande “dimenticato”. Oggi bisogna per forza essere belli forti sempre, sennò non si è. Gesù che ama tutta la nostra vita, corpo e anima, che ha ricevuto il corpo da Maria, è l’unico che può donarlo, che può addirittura permettere venga distrutto dalla cattiveria degli uomini, avendo la certezza di riprenderlo di nuovo,… Continua

1 marzo 2015, 2ª domenica di quaresima

1 marzo 2015, 2ª domenica di quaresima

Dal Vangelo Marco 9,2-10 In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni e li condusse su un alto monte, in disparte, loro soli. Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime: nessun lavandaio sulla terra potrebbe renderle così bianche. E apparve loro Elia con Mosè e conversavano con Gesù. Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Rabbì, è bello per noi essere qui;… Continua

Mc 9,2-13

1 marzo 2015, II domenica di quaresima, “Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime…Questi è il Figlio mio, l’amato, ascoltatelo!” (Mc 9,2-3.8)

1 marzo 2015, II domenica di quaresima, “Fu trasfigurato davanti a loro e le sue vesti divennero splendenti, bianchissime…Questi è il Figlio mio, l’amato, ascoltatelo!” (Mc 9,2-3.8)

Quando il caro Fabio – fotografo eccellente, affascinato dal creato -, mi ha inviato, pochi giorni fa, la foto che allego (con il suo placet), ho subito pensato: «questa è quella giusta per il vangelo di domenica prossima». Un fascio di luce entra nel bosco illuminandolo ed evidenziando quanto potrebbe sembrare uniforme. Durerà poco, ma quanto basta per esaltare l’unicità di ogni albero puntato verso il cielo, la pienezza dei… Continua

Mc 1,12-15

22 febbraio 2015, I domenica di quaresima, “…e diceva ‘Il regno di Dio è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo’ ” (Mc 1,15)

22 febbraio 2015, I domenica di quaresima, “…e diceva ‘Il regno di Dio è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo’ ” (Mc 1,15)

In pochi versetti, l’evangelista Marco ci porta dal deserto assolato alle verde Galilea, al suo lago. Gesù sceglie di iniziare dal deserto dove – per un periodo consistente (quaranta giorni: tempo lungo e simbolico) – condivide la solitudine e le lotte della nostra realtà di uomini. «In questo luogo di morte Gesù gioca la partita decisiva, questione di vita o di morte. Il Messia è tentato di tradire la sua… Continua

Gen 4,9

18 febbraio 2015, mercoledì delle ceneri: “Dov’è tuo fratello?” (Gen 4,9)

18 febbraio 2015, mercoledì delle ceneri: “Dov’è tuo fratello?” (Gen 4,9)

Un’altra Quaresima di viola vestita, con cenere sul capo per incominciare, riparte. «Ce la farò questa volta?», mi chiedo pensando alla collezione di propositi ingloriosamente conclusi in tante edizioni passate. Più che fare quest’anno cercherò di lasciarmi fare dagli altri, dalle domande altrui, dalla parola di Dio così come arriva, dalle situazioni di povertà e bisogno così come verranno incontro, dalle cose non programmate…. Meno cibo, meno internet, meno qualsivoglia… Continua

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio