Lc 12,13-21

XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO – ANNO C – DOMENICA 31 LUGLIO 2022

In quel tempo, uno della folla disse a Gesù: «Maestro, di’ a mio fratello che divida con me l’eredità». Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?». E disse loro: «Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede». Poi disse loro una parabola: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un raccolto abbondante. Egli ragionava tra sé: “Che farò, poiché non ho dove mettere i miei raccolti? Farò così – disse –: demolirò i miei magazzini e ne costruirò altri più grandi e vi raccoglierò tutto il grano e i miei beni. Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; riposati, mangia, bevi e divertiti!”. Ma Dio gli disse: “Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato, di chi sarà?”. Così è di chi accumula tesori per sé e non si arricchisce presso Dio». Luca 12,13-21

«Grimaldello di Dio Spirito Santo, spacca la cassaforte del mio cuore e depredala tutta fino all’ultimo spicciolo, e ne contempli il vuoto. Non è il momento d’altri prestiti umani. Freme la bancarotta nello specchio degli occhi. Quando vieni?.» (Renzo Barsacchi) Un uomo ricco e terribilmente solo, soffocato dai suoi beni. Che invece di essere mezzi, sono divenuti l’unico fine. Lo insegna bene sant’Ignazio: tutte le cose sono create per l’uomo, che deve usarne quando lo aiutano a «lodare, riverire e servire Dio nostro Signore» e liberarsene quando glielo impediscono. Nella parabola narrata da Gesù sta il segreto: ciò che qui sulla terra condividiamo con i nostri fratelli, ogni gesto di amore, ogni frammento di tempo regalato, ogni sorriso, passa già nella vita eterna come nostro vero tesoro. E ci aspetta

«Se qualcuno per lunghi anni avesse tenuto con sé i beni, molti o pochi, avuti dal suo padrone e poi non volesse tenerli più a lungo, che cosa dovrebbe farne per agire nel miglior modo?», chiese messere Bernardo a Francesco. E Francesco: «Dovrebbe restituirli tutti al padrone, dal quale li ha avuti». Messer Bernardo seguitò: «Quanto possiedo, mi è stato dato da Dio e, per suo amore, ora voglio restituirgli tutto! Come posso fare?». E il santo a lui: «Di buon mattino andremo in chiesa, e per mezzo del libro del Vangelo chiederemo consiglio a Cristo». E il suo consiglio Cristo lo manifestò con queste parole: «Se vuoi essere perfetto, va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo» (cfr. FF 601.1430-31). Davvero: «Nulla di voi trattenete per voi, affinché tutti interi vi accolga Colui che tutto intero a voi si offre» (FF 221).

ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nelle Parole. È la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo accompagnata da un commento biblico e uno francescano. Frate Leone annotava come il Santo avesse una particolare predilezione per la lettura ogni giorno del Vangelo. Il commento biblico lega la Parola e il messaggio di Cristo alla contemporaneità della vita. Lo sguardo francescano rappresenta un tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi può essere un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di Francesco. Per l’uomo contemporaneo la testimonianza del Santo di Assisi rappresenta una finestra che gli offre un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Vengono proposte per ogni giorno riflessioni che aiutano a vivere appieno nel segno di Cristo, attraverso un pensiero che attualizza la Parola con l’intento di scardinare posizioni del cuore dell’uomo odierno, a volte indurito e ‘zoppicante’. L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Gli autori sono frati, provenienti da tutte le famiglia francescane, laici, appartenenti all’OFS e grandi esperti di francescanesimo. Momenti Francescani è un trimestrale edito dalla Custodia Generale del Sacro Convento dei Frati Minori Conventuali in Assisi. È possibile abbonarsi al seguente link: https://bit.ly/momenti_francescani”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio