Mt 13,1-9

Seminatori di fiducia

Seminatori di fiducia

Mercoledì XVI Settimana del Tempo Ordinario
Ger 1,1.4-10   Sal 70   Mt 13,1-9

La strada, i sassi e i rovi: sono le immagini che Gesù usa per farci comprendere quanti ostacoli e resistenze poniamo alla sua Parola. Questa ci viene incontro ogni giorno per guarirci. Ma a volte il cuore è chiuso, come un asfalto impenetrabile. Oppure è superficiale, come un terreno sassoso: apparentemente è accogliente, ma poi impedisce alla Parola di scendere in profondità. Oppure come i rovi, pieno di affanni, ansie, attaccamenti che la soffocano. Il seminatore conosce il suo terreno, non è certo uno sprovveduto. Eppure, continua a gettare generosamente il seme, a gettare a piene mani fiducia, stima, speranza. È così che ci guarisce l’amore di Dio: guardando avanti, intravedendo già cambiamenti di bene, valorizzando i doni che abbiamo. È così che ci guarisce, rinnovando continuamente la sua stima e fiducia in noi, come fa con il profeta: «Io ti ho conosciuto, prima che tu uscissi alla luce, ti ho consacrato. Non dire: “sono giovane”… Io sono con te per proteggerti».

Signore, guardando all’immensa pazienza che hai con noi, alla fiducia che continui ad accordarci, fa’ che sappiamo anche noi “gettare” stima a piene mani, rinnovare fiducia, credere in cambiamenti e novità di bene per i nostri fratelli.

Dalla Lettera a un Ministro [FF 234]
E in questo voglio conoscere se tu ami il Signore e ami me servo suo e tuo, se farai questo, e cioè: che non ci sia mai alcun frate al mondo, che abbia peccato quanto poteva peccare, il quale, dopo aver visto i tuoi occhi, se ne torni via senza il tuo perdono misericordioso, se egli lo chiede; e se non chiedesse misericordia, chiedi tu a lui se vuole misericordia. E se, in seguito, mille volte peccasse davanti ai tuoi occhi, amalo più di me per questo: che tu possa attirarlo al Signore; e abbi sempre misericordia di tali fratelli.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio