Mt 10,7-13

Gioire…strada facendo!

Gioire…strada facendo!

Sabato  X Settimana del Tempo Ordinario
At 11,21-26.13,1-3   Sal 97    Mt 10, 7-13
San Barnaba apostolo

L’invito che Gesù fa ai discepoli è quello di vivere come Lui è vissuto, seguendo i suoi stessi passi: predicate, guarite, risuscitate, purificate, scacciate il male.
In San Barnaba Apostolo, che oggi ricordiamo, abbiamo un esempio.  Un uomo che ha messo a disposizione dello Spirito, e quindi concretamente dei fratelli, tutte le sue ricchezze materiali e spirituali, lasciandosi condurre a restituire quanto aveva ricevuto. Realizzando la parola di Gesù che dice: «gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date», Barnaba diviene beato, gode la felicità piena. Sperimentare la gratuità, fare dono di noi stessi, del nostro tempo, delle nostre capacità, oltre a liberarci del superfluo, è la strada che ci porta a riconoscere la presenza di Dio nella nostra vita. Così, nella gioia del dare, che è più grande di quella del ricevere, riconosciamo e gustiamo la grazia di Dio, la Sua presenza che opera, la sua bontà…e, su questa strada, diventiamo Suoi testimoni. 

Ti ringraziamo Signore per l’esempio di tanti fratelli che con la loro vita ci mostrano la gioia di seguirti.

Dalla Compilazione di Assisi [FF 1628]
Nei primordi della Religione […] un uomo, che sarebbe stato il terzo compagno, abbandonò il mondo per abbracciare la sua nuova vita. Costui restò alcuni giorni in quel luogo, seguitando a indossare i vestiti consueti che aveva portato dal mondo. E avvenne che si presentò un povero a chiedere l’elemosina al beato Francesco. Questi si rivolse a colui che stava per diventare il terzo fratello: «Dona il tuo mantello al fratello povero!». E lui all’istante se lo tolse di dosso e glielo diede. Sentì allora che il Signore gli comunicava in cuore d’improvviso come una nuova grazia, poiché aveva donato allegramente il mantello al povero.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio