Gv 6,35-40

Grande gioia in quella città

Grande gioia in quella città

Mercoledì III Settimana di Pasqua
At 8,1-8   Sal 65   Gv 6,35-40

Gli Atti degli apostoli ci descrivono un momento molto difficile: la violenta persecuzione dei cristiani, l’accanimento di Saulo contro la Chiesa, il carcere per tante famiglie innocenti, il lutto doloroso per la morte di Stefano. Eppure, proprio in questo tempo, gli apostoli ci testimoniano tanti segni di vita: il popolo unanime e attento ascolta e mette in pratica la Parola, molti sono guariti e liberati dal male e in quella città c’è una grande gioia. Anche noi, forse, nei momenti faticosi, verifichiamo più concretamente la nostra fede. E non è raro che, proprio nella prova, facciamo esperienza della presenza provvidente e serena del Signore. Allora capiamo che la volontà del Padre non è un piano lontano e misterioso, da scoprire chissà come. Ma è che ci lasciamo risollevare dalla forza del Signore Gesù e con Lui, proprio nella vita quotidiana, facciamo l’esperienza della sua Pasqua.

Grazie Padre, perché Tu vuoi che il tuo Figlio Gesù non perda nessuno di noi, non perda nulla di quanto gli hai dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. 

Dalla Leggenda Maggiore di San Bonaventura [FF 1161]
Al sentir nominare l’amore del Signore, subito [Francesco] si sentiva stimolato, colpito, infiammato: quel nome era per lui come il plettro di una voce esteriore, che gli faceva vibrare la corda interiore del cuore.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio