Gv 10,1-10

Che vita!

Lunedì IV Settimana di Pasqua
At 11,1-18 Sal 41 e 42 Gv 10,1-10 

Perché abbiano la vita”. Questo sta a cuore al Signore, che noi abbiamo la vita. E non semplicemente vita, ma “vita in abbondanza” e per tutti. Il Signore è Colui che vuole per noi una vita piena. Cosa significa avere vita in abbondanza? Significa sentirsi chiamati per nome, conosciuti, accolti e amati nella propria identità più profonda e vera. Vita piena è ascoltare tutti una stessa voce, capace si renderci un solo gregge, uniti non perché uguali, non perché già capaci di amarci gli uni gli altri, ma perché chiamati tutti dalla stessa voce. Quell’unica Voce dalla quale ciascuno riceve una Parola diversa, personale, capace di cambiarci in meglio, di renderci capaci di donarci per gli altri.
Il Signore è la porta dalla quale entrare e uscire, entrare per trovare vita in Lui e uscire per avvicinare chi resta ai margini, chi si sente escluso perché tutti abbiano la vita.

Grazie Signore, perché ci doni la vita e la vita in abbondanza

Dalla Lettera a tutto l’Ordine [FF 216]
Inclinate l’orecchio del vostro cuore e obbedite alla voce del Figlio di Dio. Osservate con tutto il vostro cuore i suoi precetti e adempite perfettamente i suoi consigli.
Lodatelo perché è buono ed esaltatelo nelle opere vostre, poiché per questo vi mandò nel mondo intero, affinché rendiate testimonianza alla voce di lui con la parola e con le opere e facciate conoscere a tutti che non c’è nessuno onnipotente eccetto lui.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio