Mt 1,18-24

Il nostro “eccomi”

Sabato, feria propria del 18 dicembre
Ger 23,5-8 Sal 71 Mt 1,18-24

Chi è questo bambino che sta entrando così nel mondo? Un uomo che ha realmente come padre Giuseppe e come madre Maria e, allo stesso tempo, nasce dallo Spirito Santo, dal cuore del Padre. Anche l’ “eccomi” di Giuseppe e quello di Maria nascono dallo Spirito. Lo stesso Spirito che, se invocato con fede, non si nega mai a noi. Lo stesso Spirito donato a ciascuno di noi, donato a me. Anche a noi allora è data la possibilità di decidere la nostra risposta, di “fare la nostra parte”, con radicalità e con coraggio. Anche la nostra fede può essere così feconda e generosa, come lo è stata quella della famiglia di Nazaret, La Parola, in questi giorni, ci interpella e ci sollecita a dire il nostro “eccomi”, chiedendo la forza dello Spirito, per il bene di noi stessi e del mondo intero.

O Signore, guida della casa d’Israele, che sei apparso a Mosè nel fuoco del roveto, e sul monte Sinai gli hai dato la legge: vieni a liberarci con braccio potente.

Dalla Lettera a tutto l’Ordine [FF 221]
O umiltà sublime! O sublimità umile, che il Signore dell’universo, Dio e Figlio di Dio, così si umili da nascondersi, per la nostra salvezza, sotto poca apparenza di pane!

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio