Mt 18,12-14

Cosa vi pare?

Cosa vi pare?

Martedì I settimana di Avvento
Is 40,1-11   Sal 95   Mt 18,12-14
Sant’Ambrogio, memoria

Attraverso la liturgia il Signore ci invita a rallegrarci perché il Signore è vicino. È interessante l’interrogativo “Cosa vi pare?”, seguito dalla premura di andare a cercare la pecora smarrita. Non è tanto una domanda retorica, quanto un’affermazione che Gesù e il Padre pensano che il loro modo di essere, l’amore gratuito, dovrebbe essere percepito come una realtà normale.
Avere profonda coscienza di essere “piccoli e smarriti” è la condizione per accorgerci di questa premura così naturale di Dio.
Dio desidera il nostro bene molto più di quanto noi stessi desideriamo il nostro bene che, quasi sempre, ci sfugge…Anche per questo Lui viene.
Che il Signore ci dia questa grazia, di aspettare il Natale con i nostri smarrimenti, sinceramente riconosciuti, di aspettare la potenza di questo Dio che viene a consolarci, perché viene con il potere della tenerezza.

Lode a te Signore, che vieni con tenera potenza nella nostra vita.

Dalla Regola non Bollata [FF 69]
Tutti amiamo con tutto il cuore, con tutta l’anima, con tutta la mente, con tutta la capacità e la fortezza, con tutta l’intelligenza, con tutte le forze, con tutto lo slancio, tutto l’affetto, tutti i sentimenti più profondi, tutti i desideri e la volontà il Signore Iddio, il quale a tutti noi ha dato e dà tutto il corpo, tutta l’anima e tutta la vita; che ci ha creati, redenti, e ci salverà per sua sola misericordia; Lui che ogni bene fece e fa a noi miserevoli e miseri, putridi e fetidi, ingrati e cattivi.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio