Lc 2,22-35

Contraddizioni

Contraddizioni

Mercoledì 29 dicembre, V giorno fra l’ottava di Natale
1Gv 2,3-11   Sal 95   Lc 2,22-35

“Egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti e come segno di contraddizione”. La prima contraddizione che Gesù viene ad illuminare è l’immagine di Messia che tutti si aspettavano. Viene infatti nell’umiltà e semplicità di un bambino appena nato, nella debolezza più umana che ci sia. La sua famiglia porta l’offerta dei poveri, ed entra nel tempio come tante altre famiglie, senza vistosità e clamore. Eppure è Lui l’Atteso dai secoli. Un’altra contraddizione, che ci riguarda ancor più da vicino, è la luce che Gesù viene portare sui contrasti del nostro cuore, per mettere in luce il peccato e ricondurci alla verità e all’amore. Se uno dice “lo conosco”, ci ricorda Giovanni nella prima lettura, e non osserva i suoi comandamenti, è un bugiardo. La luce del Signore ci raggiunge con il calore di un bambino indifeso. Ma  anche con la fermezza della verità, smascherando e purificando tutte le nostre “bugie”. Beati noi se sapremo accogliere questa luce così vera e benefica, perché vivremo davvero la gioia del Natale.

Ti ringraziamo Padre per il tuo Figlio Gesù, venuto “come vera luce a rischiarare le nostre tenebre”. 

Dalle Laudi e preghiere
Alto e glorioso Dio, illumina le tenebre de lo core mio.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio