Mt 18,1-5.10

Piccoli piccoli piccoli

Piccoli piccoli piccoli

Sabato XXVI Settimana del Tempo Ordinario
Es 23,20-23 Sal 90 Mt 18,1-5.10
Ss. Angeli custodi – memoria

Ancora una volta in questa settimana la Parola ci presenta Gesù che pone a esempio i piccoli. Domenica abbiamo ascoltato che i piccoli non vanno scandalizzati, lunedì che i piccoli che vanno accolti, perché chi accoglie loro accoglie il Signore, oggi che dobbiamo prenderli a esempio e convertirci…altrimenti non c’è posto per noi nel regno dei cieli. Per vivere il Vangelo la via da seguire è quella di farsi piccoli, meglio, di riconoscersi piccoli.
È questa l’unica via per cogliere innanzitutto i doni che il Signore ci fa, come quello dell’angelo custode, che oggi la Chiesa ci invita a ricordare.
Il Signore manda davanti a noi un angelo per custodirci nel cammino e per farci entrare nel luogo che da sempre ha preparato per noi ma per cogliere questo dono, questo aiuto, dobbiamo riconoscere che ne abbiamo bisogno.
La nostra fragilità e la nostra piccolezza sono il luogo nel quale il Signore ci rivela la sua bontà. Non lasciamo cadere l’invito insistente ad abbandonare le nostre pretese di grandezza.

Signore, mio rifugio e mia fortezza, mio Dio in cui confido.

Dalla Lettera ai fedeli [FF 199]
Non dobbiamo essere sapienti e prudenti secondo la carne, ma piuttosto dobbiamo essere semplici, umili e puri. E teniamo i nostri corpi in umiliazione e dispregio, perché noi tutti, per colpa nostra, siamo miseri e putridi, fetidi e vermi […]. Mai dobbiamo desiderare di essere sopra gli altri, ma anzi dobbiamo essere servi e soggetti ad ogni creatura umana per amore di Dio.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio