Mc 8,27-35

DOMENICA 12 SETTEMBRE 2021 SS. NOME DI MARIA

DOMENICA 12 SETTEMBRE 2021 SS. NOME DI MARIA

Dal Vangelo

In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada
interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il
Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti». Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?».
Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno. E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto, ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere. Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma
secondo gli uomini». Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro: «Se qualcuno vuol venire
dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita,
la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà».

Commento biblico

Gesù interroga i suoi, ma non si tratta di un semplice sondaggio e pone una domanda esistenziale: “La gente chi dice che io sia?”. Poi interpella noi: “chi dite che io sia?”. Egli non chiede una definizione, ma il coinvolgimento personale: mi hai incontrato davvero? E qui ognuno è chiamato a dare la sua risposta. La professione di fede “Tu sei il Cristo” implica un coinvolgimento totale, una relazione autentica e definitiva. Non basta affermare con le parole, l’appuntamento è sotto la croce con il Cristo che ama fino alla morte, e poi davanti alla Sua tomba vuota: Gesù, il risorto, è il Signore della vita!

Commento francescano

San Pio, come san Francesco, chiese a Gesù la grazia di sperimentare nel cuore e sul corpo tutto l’amore e il dolore che Lui ebbe sulla croce. Da Francesco e Pio impariamo la generosità nel sapersi spendere per la salvezza delle anime fino a portare con Cristo il pesante legno della Croce, nella sofferenza accettata e offerta per amore. San Bonaventura nella Leggenda maggiore così dice di Francesco: «Non si riteneva amico di Cristo, se non curava con amore le anime da Lui redente. Niente, diceva, si deve anteporre alla salvezza delle anime, e confermava l’affermazione soprattutto con questo argomento: l’Unigenito di Dio, per le anime, si era degnato di salire sulla croce» (FF 1168).

ARTICOLO DI: Momenti Francescani

“Momenti Francescani: La Parola nelle Parole. È la prima testata periodica edita in Italia a proporre la lettura quotidiana del Vangelo accompagnata da un commento biblico e uno francescano. Frate Leone annotava come il Santo avesse una particolare predilezione per la lettura ogni giorno del Vangelo. Il commento biblico lega la Parola e il messaggio di Cristo alla contemporaneità della vita. Lo sguardo francescano rappresenta un tesoro ancora a molti sconosciuto, oggi può essere un valido strumento per la conoscenza della figura storica, “psicologica” e spirituale di Francesco. Per l’uomo contemporaneo la testimonianza del Santo di Assisi rappresenta una finestra che gli offre un respiro più ampio e una risposta alle sue istanze. Vengono proposte per ogni giorno riflessioni che aiutano a vivere appieno nel segno di Cristo, attraverso un pensiero che attualizza la Parola con l’intento di scardinare posizioni del cuore dell’uomo odierno, a volte indurito e ‘zoppicante’. L’opera si rivolge agli appartenenti all’Ordine Francescano Secolare d’Italia, ai membri dell’intera Famiglia Francescana, e a tutti coloro che sono attirati dalla ricchezza e dalla profondità del Vangelo e della spiritualità francescana. Gli autori sono frati, provenienti da tutte le famiglia francescane, laici, appartenenti all’OFS e grandi esperti di francescanesimo. Momenti Francescani è un trimestrale edito dalla Custodia Generale del Sacro Convento dei Frati Minori Conventuali in Assisi. È possibile abbonarsi al seguente link: https://bit.ly/momenti_francescani”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio