Mt 10,24-33

Quelli della sua famiglia

Quelli della sua famiglia

Sabato XIV Settimana del Tempo Ordinario
Gen 49,29-32;50,15-26a Sal 104 Mt 10,24-33 

Per tre volte nel vangelo Gesù dice: non abbiate paura! Quello che lui ci chiama a vivere è qualcosa di veramente grande: essere quelli della sua famiglia, vivere come lui ha vissuto. Come discepoli siamo chiamati, spinti e attratti a diventare come il nostro Maestro. E Gesù ci dice che questo è anche il suo desiderio ma non ci nasconde che questo comporterà condividere le stesse sue sofferenze. Allora ci ripete con insistenza: non abbiate paura”! Perché non sarete come me solo nelle sofferenze ma anche nella premura del Padre per voi.
Come fu per Giuseppe, così fu per Gesù e così sarà per noi: il Padre saprà servirsi anche del male per farlo servire a un bene. È questa speranza certa che ci spinge e ci incoraggia ad annunciare la bellezza del Vangelo, a perdonare il male che riceviamo, a continuare a cercare la volontà del Padre anche nelle difficoltà.

Donaci di accogliere, o Signore, il tuo amore che ci trasforma e ci rendere sempre più simili a Te

Dalle Lettere di Santa Chiara ad Agnese di Boemia [FF 2879]
Guarda, o regina nobilissima, il tuo sposo, il più bello tra i figli degli uomini, divenuto per la tua salvezza il più vile degli uomini, disprezzato, percosso e in tutto il corpo più volte flagellato, morente tra le angosce stesse della croce: guardalo, consideralo, contemplalo, desiderando di imitarlo.

 

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio