Mt 8,5-17

Incontro al Signore che viene 

Incontro al Signore che viene 

Sabato XII Settimana del Tempo Ordinario
Gen 18,1-15 Cant Lc 1, 46-55 Mt 8,5-17 

Tre personaggi oggi ci mostrano come stare alla presenza del Signore. In  Abramo riconosciamo l’intensità del desiderio, che lo spinge a insistere:  «Signore, se ho trovato grazia ai tuoi occhi, non passare oltre senza  fermarti dal tuo servo». Nel centurione riconosciamo l’umiltà e la fiducia di  chi sa di non meritare niente, ma confida nella bontà di Dio. Infine nella  suocera di Simone, vediamo la prontezza di servire, di restituire il dono  ricevuto mettendosi a disposizione dell’altro.
Il Signore sempre ci viene incontro ma non possiamo dare per scontato  l’incontro con Lui. Stare alla presenza di Dio è una grazia! Occorrono da  parte nostra il desiderio, l’umiltà, la fiducia e la prontezza a servire affinché  ci predisponiamo ad accogliere la Sua presenza che ci dona gioia, fecondità  nuova, guarigione, libertà dal male.  

Rinnova Signore i nostri cuori perché siamo sempre pronti all’incontro con  Te. 

Dalla Lettera ai fedeli [FF 221]
Guardate, fratelli, l’umiltà di Dio, e aprite davanti a lui i vostri cuori;  umiliatevi anche voi, perché siate da lui esaltati. Nulla, dunque, di voi  trattenete per voi, affinché tutti e per intero vi accolga Colui che tutto a voi  si offre.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio