Mt 7,6.12-14

Farsi piccoli

Farsi piccoli

Martedì I Settimana Tempo Ordinario
Gn 13,2.5-18   Sal 14   Mt 7,6.12-14

È solo nell’amore gratuito del Padre, che troviamo vita.
Certo, il suo amore è per tutti, ma non tutti lo incontrano. I prediletti del suo sguardo sono i piccoli: coloro che avvertono il bisogno di essere perdonati; tutti coloro che scelgono di anteporre il bene altrui al proprio e percorrono la via dell’umiltà. Come ha fatto Abramo: lasciando a Lot la scelta, è andato per la via più stretta e angusta.
Per aver la gioia piena bisogna passare per il cuore di Gesù e i suoi passi, che hanno conosciuto la croce: questa è la conferma che la porta stretta è spalancata per tutti. Non è oppressiva la porta stretta, ma chiede di restringere e contenere il nostro orgoglio e la nostra paura, per aprirci con cuore umile e fiducioso a Lui. “Entrando per la porta di Gesù, la porta della fede e del Vangelo, noi potremo uscire dagli atteggiamenti mondani, dalle cattive abitudini, dagli egoismi e dalle chiusure. Quando c’è il contatto con l’amore e la misericordia di Dio, c’è il cambiamento autentico” (papa Francesco).

Donaci, o Padre, l’umiltà di seguire Gesù.

Dalla Regola non Bollata [FF 37]
E mostrino con le opere l’amore che hanno fra di loro, come dice l’apostolo: «Non amiamo a parole né con la lingua, ma con le opere e in verità». E non oltraggino nessuno; non mormorino, non detraggano agli altri, poiché é scritto: «i sussurroni e i detrattori sono in odio a Dio». E siano modesti, mostrando ogni mansuetudine verso tutti gli uomini. Non giudichino, non condannino; e come dice il Signore, non guardino ai più piccoli peccati degli altri, ma pensino piuttosto ai propri nell’amarezza della loro anima. E si sforzino di entrare per la porta stretta, poiché dice il Signore: «Angusta è la porta e stretta la via che conduce alla vita; e sono pochi quelli che la trovano».

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio