Gv 17,1-11

Gesù ci porta nel cuore del Padre

Gesù ci porta nel cuore del Padre

Martedì VII Settimana di Pasqua
At 20,17-27   Sal 67   Gv 17,1-11
San Felice da Cantalice, religioso, festa

Questo dialogo tra Gesù e il Padre è più da contemplare che da commentare: è come se Gesù ci portasse nel cuore del Padre, dove tutto è luce e tutto mostra bellezza, sua e nostra, concreta come l’amore. Ecco perché le parole di commento a questo vangelo sembrano davvero inutili.
Contempliamo questo dialogo tra Gesù e il Padre che possiamo considerare come un approfondimento della preghiera del Padre nostro, assente nel vangelo di Giovanni.
Contiene tutto quello che Dio vuole donarci: sé stesso come Padre, la sua gloria che è il suo amore gratuito e il suo perdono incondizionato.
Ci aiuta questa Parola a domandarci dove mettiamo la nostra sicurezza, a riconoscere le vanità dove ci illudiamo che il nostro cuore riposi.

È solo lasciandoci portare nel cuore del Padre che conosciamo chi siamo. Signore Gesù, prega il Padre per noi, perché vogliamo conoscere il tuo amore e viverlo.

Dall’Orazione sul “Padre nostro” [FF 266-268]
O santissimo Padre nostro: creatore, redentore, consolatore e salvatore nostro. (…) Sei il sommo bene, eterno, dal quale proviene ogni bene e senza il quale non esiste alcun bene. Sia santificato il tuo nome: si faccia luminosa in noi la conoscenza di te, affinché possiamo conoscere l’ampiezza dei tuoi benefici, l’estensione delle tue promesse, la sublimità della tua maestà e la profondità dei tuoi giudizi.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio