Gv 1,1-18

Vita di relazione

Vita di relazione

Giovedì 31 dicembre, VII giorno fra l’ottava di Natale
1Gv 2,18-21       Sal 95       Gv 1,1-18

“Dio disse”, fin dalle origini, nel creare il cielo e la terra, il Padre aveva in mente un progetto da realizzare con una Parola. Il creato è già un atto d’amore del buon Dio, ma il suo amore per l’uomo è talmente unico e grande che ha deciso di entrare nella storia. Nella pienezza del tempo, il Verbo che era in principio, è venuto a stare con noi per sempre. Ora qualcosa di divino è in ogni uomo perché Dio ha posto in noi la sua tenda chiedendoci di relazionarci con lui. Una relazione che può essere rifiutata, e così la nostra vita rimane nelle tenebre. Oppure una relazione che può essere accolta, e così la nostra vita riceve la luce. Una relazione dove al centro c’è la Parola che ci forma e trasforma, accende l’intelligenza, rinsalda il cuore e ci invia facendoci muovere mani e piedi nell’umiltà e nella carità.

 

Signore Gesù, in questa sera che segna il passaggio al nuovo anno, facciamo memoria della Tua presenza luminosa nella nostra vita e Ti ringraziamo con tutto il cuore!

Dalle Lettere di S. Chiara d’Assisi [FF2892]
Sì perché è ormai chiaro che l’anima dell’uomo fedele, che è la più degna di tutte le creature, è resa dalla grazia di Dio più grande del cielo. Mentre, infatti, i cieli con tutte le altre cose create non possono contenere il Creatore, l’anima fedele invece, ed essa sola, è sua dimora e soggiorno, e ciò soltanto a motivo della carità, di cui gli empi sono privi.

ARTICOLO DI: Comunità francescana delle sorelle

“Siamo sorelle francescane... Sorelle perché condividiamo la gioia della consacrazione totale della nostra vita a Dio, vivendo insieme in comunità. Nell'apostolato e nella laicità della vita ordinaria, desideriamo essere sorelle di tutti testimoniando e aiutando a conoscere la consolazione di Dio per ciascuno. Francescane perché ci piace e cerchiamo di imitare il modo semplice e radicale di seguire il Signore Gesù che San Francesco e Santa Chiara ci hanno indicato. "Pane e Parola" è una preghiera che abbiamo scelto di vivere accanto alle lodi mattutine. Il Vangelo del giorno, pregato e meditato comunitariamente davanti a Gesù Eucaristia, è per noi il mandato quotidiano che ci incoraggia e sostiene nel vivere la nostra vocazione. Nello spirito di comunione e collaborazione con i frati, accogliamo volentieri l'invito a condividere il testo che prepariamo ogni giorno per questa preghiera. www.comunitasorelle.org”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio