Alla ricerca dell’ultima pecora (Mt 18, 12-14)

«Così il Padre vostro celeste non vuole che si perda neanche uno di questi piccoli». Dio non si rassegna. 99 pecore non fanno un gregge se manca l’ultima, che si è smarrita. Chissà dove.

Dio è in uscita: va in cerca. E il ritrovamento resta incerto: «Se gli riesce di trovarla…». Non è scontato che uscire aiuti a rintracciare la dispersa. L’uscita è sempre un rischio.

Ma se la trova l’allegria è totale. Molto più grande e intensa di quella derivante dalla sicurezza delle altre pecore rimaste in ovile, salve.

Come ti sentiresti se tu fossi l’ultima pecora di quel gregge?

ARTICOLO DI: Paolo Floretta

“Fra Paolo Floretta è francescano conventuale. Laureato in filosofia e psicologia, è specializzato in psicoterapia. Ha lavorato al Messaggero di sant’Antonio, seguendo per alcuni anni lo sviluppo del web e il suo uso in chiave pastorle. Ha insegnato presso la Facoltà Teologica del Triveneto e si occupa di formazione e accompagnamento psicoterapeutico. Sta concludendo la specializzazione in teologia spirituale. Con don Marco Sanavio ha pubblicato Webpastore.it (EMP 2010).”

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

Registrati
Esegui Login
Messaggero di Sant'Antonio